Sitemap

Il numero di spettatori di YouTube è in aumento, ma gli YouTuber guadagnano meno

Il traffico di YouTube è in aumento durante la pandemia di coronavirus, ma non si traduce in maggiori guadagni per i creatori di video.

Il New York Times ha riportato la scorsa settimana che il traffico di YouTube è aumentato del 15%.

Tuttavia, secondo quanto riferito, i canali YouTube stanno guadagnando meno soldi in mezzo a un aumento delle visualizzazioni.

Lo stesso motivo per cui il numero di spettatori è in aumento è anche il motivo per cui gli YouTuber stanno guadagnando meno nonostante l'aumento delle visualizzazioni.

La pandemia aumenta il pubblico, abbassa i tassi di pubblicità

Come sottolinea Chris Stokel-Walker in un rapporto pubblicato su OneZero di Medium, le tariffe pubblicitarie su YouTube sono diminuite di quasi il 50% dall'inizio di febbraio.

"Tutti stanno mettendo in pausa le loro campagne su YouTube", afferma il rapporto.

Roberto Blake, uno YouTuber che pubblica anche annunci sulla piattaforma, è citato nel rapporto dicendo che gli YouTuber hanno peggio di altri in questo momento quando si tratta di pubblicità CPM (l'importo delle entrate guadagnate per mille visualizzazioni).

“Le persone che conosco stanno scendendo da $ 8 a $ 5,50. Vedo che le persone scendono da $ 12 a $ 4 ", afferma Blake.

Considerando l'incertezza economica causata dalla pandemia, unita al panorama dei consumatori in rapida evoluzione, non sorprende che le aziende stiano vacillando nella spesa pubblicitaria.

Perché i guadagni stanno scendendo?

Gli YouTuber guadagnano dalle persone che visualizzano annunci sui video e quelle visualizzazioni valgono solo ciò che un inserzionista è disposto a pagare per esse.

Un minor numero di inserzionisti che eseguono campagne significa che pagheranno meno per gli annunci a causa della ridotta concorrenza.

Il costo della pubblicità display è determinato da quanti inserzionisti stanno "facendo offerte" per l'inventario.

Quando ci sono molti inserzionisti che vogliono pagare per lo stesso spazio pubblicitario, si crea una guerra di offerte che fa aumentare il costo degli annunci.

Al contrario, quando gli inserzionisti mettono in pausa le loro campagne e smettono di fare offerte sugli annunci, il costo rimane basso.

Quando il costo degli annunci diminuisce, anche le entrate per l'editore di annunci (YouTube e i suoi creatori) diminuiscono.

Ecco perché gli YouTuber guadagnano meno anche se ricevono più visualizzazioni sui loro video.

Gli YouTuber dicono che sta peggiorando

Gli stessi creatori di YouTube hanno confermato il calo delle entrate segnalato.

Uno YouTuber che si chiama Bodil40, che ha oltre 2 milioni di abbonati, afferma che il loro CPM è diminuito del 30-50%.

Il CPM di YouTube di qualcun altro sta andando al -30-50% in questi giorni a causa del COVID?

— Bodil40 (@bodil40) 3 aprile 2020

Altri importanti YouTuber hanno risposto al tweet di cui sopra dicendo che lo stesso è successo a loro, segnalando cali del CPM dal 15% al ​​60%.

Se esegui una ricerca per "CPM di YouTube" su Twitter, troverai rapidamente dozzine di creatori di video preoccupati per i loro guadagni su YouTube.

Ecco una raccolta di alcuni tweet recenti che ho trovato:

Il CPM di Youtube è più basso in questo momento di quanto non fosse durante l'apocalisse, tempi folli.Gli inserzionisti ovviamente hanno dovuto ritirare molto / uscire dalla promozione durante questo periodo difficile.

— PIMPNITE (@PIMPNITEYT) 13 aprile 2020

Guardando il mio CPM per questo mese su youtube... 😬 pic.twitter.com/Fti1X0MMB4

— Tuono (@RealThunder402) 6 aprile 2020

Il CPM è così pessimo su YouTube in questo momento che sono convinto che potrei effettivamente dover iniziare a pagarli per fare video...

— jay canada (@jaycanada10) 11 aprile 2020

CPM di YouTube dal COVID 😑 Qualcun altro ha riscontrato gravi cali nella rotazione degli annunci?pic.twitter.com/O81MlyJecw

— Eric Floberg (@Eric_Floberg) 13 aprile 2020

Yikes, il CPM di aprile su Youtube è il più basso che ho visto in quasi 9 mesi!

— Repzion (@DDsulzbach) 7 aprile 2020

Fare un caso per la creazione di contenuti continua

A questo punto, gli YouTuber potrebbero chiedersi perché dovrebbero continuare a investire tempo e risorse nella creazione di contenuti con scarso ritorno.

Bene, ci sono alcuni vantaggi che vengono subito in mente, a condizione che le tue circostanze ti consentano ancora di creare contenuti in questo momento.

Costruisci un seguito più ampio

Allo stato attuale, più visualizzazioni non equivalgono a più entrate.Ma può eguagliare più iscritti.

I creatori possono utilizzare questo tempo per attirare nuovi follower e trarre vantaggio in seguito quando le tariffe pubblicitarie cambiano in una direzione positiva.

Mantieni l'autenticità
Creare contenuti in un momento in cui non è così redditizio la dice lunga sul tuo personaggio.

Rinunciare al tuo canale durante una crisi finanziaria può potenzialmente danneggiare la tua autenticità agli occhi dei tuoi spettatori.

È probabile che ciò che sta succedendo nel mondo sia temporaneo, ma le azioni delle persone saranno ricordate molto tempo dopo che tutto questo sarà finito.

Le persone hanno bisogno di divertimento
Con le persone bloccate in isolamento per ordine di rimanere a casa, ora più che mai c'è un bisogno maggiore di nuovi contenuti.

Restituisci ai tuoi spettatori creando contenuti che li facciano divertire, informati o ispirati.

Ancora una volta, questo è qualcosa che lascerà un'impressione duratura sul tuo pubblico.

Fonti: New York Times, Medium