Sitemap

TikTok si impegna ad aggiornare le politiche pubblicitarie per allinearsi meglio con le regole dell'UE

Navigazione veloce

A seguito delle discussioni con la Commissione e la rete delle autorità nazionali per la protezione dei consumatori (CPC), TikTok ha accettato di attuare regolamenti sulla promozione di alcol, sigarette e schemi di "arricchirsi rapidamente".Consentiranno inoltre agli utenti di segnalare contenuti di marca non divulgati e segnalare annunci pubblicitari che inducono i bambini a fare acquisti.

Nuove etichette per gli annunci a pagamento.La norma identificherà anche gli annunci con una nuova etichetta, consentendo agli utenti di vedere immediatamente se un post è sponsorizzato.Gli editori dovranno anche attivare un pulsante di attivazione/disattivazione quando pubblicano contenuti con didascalie con determinate parole chiave come #ad o #sponsored.Inoltre, gli utenti con più di 10.000 follower avranno anche i loro video rivisti per assicurarsi che soddisfino le linee guida di TikTok.

I nuovi impegni. Secondo la Commissione Europea, i principali impegni assunti da TikTok sono:

  • Gli utenti possono ora segnalare annunci pubblicitari e offerte che potrebbero potenzialmente spingere o indurre i bambini ad acquistare beni o servizi.
  • I contenuti brandizzati ora rispettano una politica che protegge gli utenti, che vieta la promozione di prodotti e servizi inappropriati, come alcol, programmi di "arricchirsi rapidamente" e sigarette.
  • Agli utenti viene richiesto di attivare un interruttore quando pubblicano contenuti con didascalie con parole chiave specifiche relative al marchio, come #ad o #sponsored.
  • Se un utente ha più di 10.000 follower, i suoi video vengono esaminati da TikTok rispetto alle Norme sui contenuti brandizzati e alle Linee guida della community per garantire che il contenuto sia appropriato.
  • Le politiche chiariscono come acquistare e utilizzare le monete e le finestre pop-up forniranno il prezzo stimato in valute locali.I consumatori possono recedere entro 14 giorni dall'acquisto ed è disponibile anche la cronologia degli acquisti.
  • Le politiche chiariscono anche come ottenere premi da TikTok e come inviare regali, per i quali gli utenti potranno calcolare facilmente il loro prezzo.
  • Gli annunci a pagamento nei video verranno identificati con una nuova etichetta, la cui efficacia verrà testata da una terza parte.
  • Gli utenti possono segnalare contenuti di marca non divulgati e verranno implementate nuove regole per hashtag ed etichette.

Cosa dice la Commissione.

Tutte le piattaforme di social media devono rispettare le regole e assicurarsi che i consumatori possano identificare facilmente i contenuti commerciali, anche se promossi da influencer.Accogliamo con favore l'impegno di TikTok per una maggiore trasparenza nel modo in cui gestisce la propria attività commerciale.Grazie al nostro dialogo, i consumatori saranno in grado di individuare tutti i tipi di pubblicità a cui sono esposti quando utilizzano questa piattaforma.Nonostante l'impegno di oggi, continueremo a monitorare la situazione in futuro, prestando particolare attenzione agli effetti sui giovani utenti.

Una storia preoccupante di sfide. Nel 2020, TikTok è caduto in acqua calda per quanto riguarda il suo processo di moderazione dei contenuti e l'esposizione dei giovani utenti nell'app.Sebbene non ci fossero prove di illeciti da parte dell'app stessa, un documento trapelato nel 2020 ha mostrato che i moderatori di TikTok erano stati incaricati di sopprimere i contenuti che presentavano persone che potevano essere considerate meno desiderabili, poiché le indagini hanno scoperto che TikTok si affida a belle giovani donne, in particolare.

Impegno di TikToks. Per saperne di più sull'impegno di TikToks nei confronti delle regole dell'UE, puoi leggere l'articolo qui.

Perché ci interessa. Nel nostro libro vanno bene tutte le normative volte a reprimere le piattaforme social predatorie che prendono di mira i bambini e moderare i contenuti basati su politiche e pratiche insufficienti che lasciano gli utenti vulnerabili. Ci auguriamo che queste nuove normative aiutino a rendere i social media un luogo più sicuro per i bambini, ma vedremo.