Sitemap

Come affrontare la SEO in un periodo di interruzione globale

Segnati da una pandemia, una guerra, una divisione politica e un'economia altalenante, gli ultimi due e più anni hanno sconvolto la vita come la conosciamo.

Se tutto questo ci ha insegnato qualcosa nel mondo della SEO, è che anche le strategie più solide ed efficaci sono soggette a rivalutazione.

Anche nei settori che non sono direttamente collegati agli eventi mondiali, le strategie e gli obiettivi SEO devono riflettere la realtà dei tempi e dei cicli di notizie.

Diamo un'occhiata al ruolo della SEO in un panorama globale turbolento e al modo in cui i marketer devono fare perno e adattarsi.

Il ruolo della SEO in tempi strani

Una delle prime cose che un marketer alle prime armi impara è che una buona SEO dovrebbe riflettere i bisogni delle persone:

  • Nelle parole chiave che stai prendendo di mira.
  • Il contenuto che stai scrivendo.
  • Anche quello che chiedi in cambio all'utente.

Lo scopo intrinseco della SEO è aggiungere valore fornendo informazioni rilevanti per le ricerche delle persone.

Quando siamo in uno stato di grave interruzione, come lo siamo stati negli ultimi 30 mesi circa, quel valore è ancora più imperativo.

Le strategie SEO incentrate sulle transazioni (a meno che tu non venda carta igienica durante una carenza) saranno molto meno efficaci delle strategie SEO che forniscono all'utente informazioni utili che la tua azienda è qualificata in modo univoco per fornire.

Ad esempio, un'azienda che produce componenti per automobili dovrebbe concentrarsi sull'affrontare i problemi e le soluzioni della catena di approvvigionamento che affliggono il suo pubblico target di distributori, non sulla creazione di una pagina di destinazione per trasmettere sentimenti sulla guerra in Ucraina.

Effetti sui tuoi KPI SEO

L'economia sta influenzando le aziende B2B e B2C in modi diversi in questo momento.

Le aziende tecnologiche si affrettano a ottenere finanziamenti o sono sotto pressione da parte degli investitori preoccupati mentre il loro pubblico di destinazione taglia i budget.

Le società di vendita al dettaglio e di e-commerce soffrono di una spesa dei consumatori più stretta e di maggiori costi dei beni.

Le persone non stanno buttando soldi in giro come facevano un anno fa e i KPI SEO devono rifletterlo.

Il tasso di conversione SEO è, e dovrebbe essere, un KPI, ma potrebbe non essere il benchmark di ottimizzazione più utile in questo momento.

Invece, considera di concentrarti su più KPI della canalizzazione medio-alti come:

  • Traffico.
  • Tempo in loco.
  • Numero di punti di contatto.
  • Percentuale di visitatori di ritorno.
  • Numero di pagine visitate.

Questi possono ospitare un paio di strategie, come ad esempio:

  • Nutrire e coinvolgere gli utenti con informazioni preziose fino a quando non sono pronti a spendere di nuovo.
  • Migliorare la tua canalizzazione di acquisto con contenuti e informazioni che rassicurano le persone che stanno spendendo saggiamente i loro soldi se fanno il salto per acquistare il tuo prodotto o servizio.

Il lato positivo per la SEO in questo periodo di interruzione è che può colmare le lacune nella canalizzazione lasciate dalla diminuzione dei budget dei media pagati.

Pertanto, assicurati una visione olistica degli obiettivi del tuo team di marketing e di come ci si aspetta che la SEO contribuisca.

Risorse per informare i tuoi pivot SEO

Oltre a tenere d'occhio la macroeconomia e le tendenze globali, ci sono diversi strumenti che puoi utilizzare per informare i tuoi aggiustamenti strategici.

Google Trends e gli strumenti di ricerca delle parole chiave sono estremamente utili per aiutarti a comprendere gli argomenti e le query che gli utenti cercano o non cercano tanto quanto in passato.

Anche i dati interni svolgono un ruolo significativo nell'aiutarti a ruotare in modo efficace.

Dati dalla ricerca a pagamento

L'allineamento con il tuo team di ricerca a pagamento può farti accedere a informazioni quasi in tempo reale sul comportamento di ricerca degli utenti.

Insieme alle informazioni sulla domanda di parole chiave, i tuoi colleghi di ricerca a pagamento possono dirti se le loro campagne stanno improvvisamente convertendo meno (o più) senza cambiamenti competitivi.

Questo potrebbe indicare che il percorso del cliente sta cambiando.

Clienti e lead

La tua base esistente di clienti e lead è un'altra grande fonte di informazioni.

Gli abbonamenti annullati e i rallentamenti degli acquisti ripetuti sono indicatori rossi lampeggianti che le esigenze del tuo pubblico di destinazione stanno cambiando.

Quando vedi questi segnali, considera l'invio di sondaggi per raccogliere feedback sulle loro priorità e necessità e incorporarli nella tua strategia per le parole chiave e i contenuti. (Anche i tuoi team di prodotto e promozionali apprezzeranno questi dati).

Traffico e impressioni

Assicurati di monitorare il traffico/le impressioni.

Se stanno aumentando o diminuendo anche se le tue classifiche rimangono invariate, ciò indica un ampio spostamento di interesse.

E confronta sempre i tuoi dati con Google Trends, cercando in particolare le tendenze storiche, inclusa la stagionalità, per assicurarti di considerare l'intero quadro.

Ottieni la newsletter quotidiana su cui fanno affidamento i marketer.

Usa questi canali per apportare rapide modifiche SEO

Non consiglio di rivedere il tuo marchio e le risorse principali del sito per affrontare i cambiamenti temporanei (anche se, per essere onesti, la pandemia sembra un'eternità).

Invece, usa o aggiungi un blog.È un ottimo strumento per aggiungere rapidamente nuovi contenuti pertinenti e aggiornare contenuti sempreverdi per adattarsi ai tempi.

Uno dei miei clienti, una società di servizi finanziari, ha pubblicato un blog informativo sulla richiesta di prestiti e aiuti legati al COVID.È diventato rapidamente uno dei loro contenuti più popolari.

Dovresti anche affrontare argomenti di blog ad alte prestazioni sui tuoi canali di social media.Assicurati solo di personalizzare il contenuto per essere più interattivo e sollecitare il coinvolgimento.

Come ottenere una trazione istantanea con i perni

Capire l'idea di risultati rapidi in un canale a lungo termine può essere difficile.I SEO trascorrono molto tempo a guadagnare autorità e fiducia e lo slancio si basa su se stesso nel tempo.

Ti consiglio di concentrarti su parole chiave a coda lunga e a bassa concorrenza per ottenere interesse per il tuo marchio e creare autorità e volume di backlink.

Ad esempio, non inizierai immediatamente a classificarti per "catena di approvvigionamento", ma puoi ottenere trazione su "perché c'è una carenza di catena di approvvigionamento".

I social media organici possono anche fornire un feedback rapido su argomenti che risuonano con la tua rete.

Se un post ottiene molto coinvolgimento (costruttivo) sui tuoi canali social, è un segno che hai colpito un argomento che potrebbe trarre vantaggio da un'immersione più profonda.

Non aver paura di provare cose come i sondaggi di LinkedIn per far emergere il sentimento.Quindi, inserisci questi dati nel tuo programma SEO.

Ciò a cui il tuo pubblico risponde o ti fornisce informazioni nei social organici può essere utilizzato per creare campagne SEO.

Prendi gli argomenti e le risposte da questo pivot e crea un elenco di parole chiave attorno agli argomenti.Queste sono immediatamente ottime idee per scrivere un nuovo blog o contenuti guida o ottimizzare le pagine di marketing esistenti.

Una volta che inizi a riconoscere i progressi in questi termini, considera di aumentare la tua attenzione su termini più competitivi e di volume più elevato, strettamente correlati ai termini a coda lunga che hai messo in gioco per la prima volta.

Avvolgendo

In un momento di interruzione globale, dobbiamo tornare alle radici di ciò che facciamo come SEO e marketer e perché tutto questo è importante.

Siamo qui non solo per aiutare i marchi e le aziende a crescere.Siamo qui per aiutare i ricercatori a trovare risposte e soluzioni di alta qualità a ciò di cui hanno bisogno.

Ciò di cui hanno bisogno cambia radicalmente in tempi come quelli in cui ci troviamo in questo momento e dobbiamo adattarci di conseguenza.

Le opinioni espresse in questo articolo sono quelle dell'autore ospite e non necessariamente di Search Engine Land.Gli autori dello staff sono elencati qui.