Sitemap

Google SEO 101: cosa fare e cosa non fare per link e JavaScript

Google spiega come garantire che i collegamenti funzionino correttamente con JavaScript nel primo episodio della nuova serie Lightning Talks.

I Google Lightning Talks sono versioni brevi di presentazioni che potrebbero essere state condivise alle conferenze dei webmaster di Google in tutto il mondo.

Dato che gli eventi di persona vengono cancellati per il prossimo futuro, Google sta adattando i contenuti della conferenza per il Web.

I video della serie Google Lightning Talks saranno pubblicati durante tutto l'anno.

Splitt dedica la prima puntata di Lightning Talks alla discussione dell'argomento "preferito da tutti": i collegamenti.

Più in particolare: collegamenti nelle app Web JavaScript.

Splitt esamina l'importante ruolo svolto dai link sia per gli utenti che per i crawler dei motori di ricerca.

Elenca anche le cose da fare e da non fare per combinare i collegamenti con la funzionalità JavaScript.

Collega la materia a esseri umani e robot

I collegamenti hanno lo scopo ovvio di consentire agli utenti di navigare tra i contenuti.

Ma i proprietari dei siti devono essere consapevoli del ruolo che i link giocano anche per i bot e i motori di ricerca.

Innanzitutto, i collegamenti consentono ai crawler di trovare altre pagine di un sito Web.

I crawler scoprono e indicizzano altre pagine di un sito Web seguendo i collegamenti da una pagina all'altra.

Seguendo i collegamenti, il crawler acquisisce una comprensione della struttura del sito e dell'architettura delle informazioni.

Questo è utile per capire quali pagine potrebbero essere rilevanti per un determinato argomento.

Correlati: un'introduzione pratica al JavaScript moderno per i SEO

Creazione di collegamenti con JavaScript: cose da fare e da non fare

La creazione di un collegamento non è così semplice come si potrebbe pensare, avverte Martin Splitt.

Ciò è particolarmente vero quando si tratta di aggiungere funzionalità JavaScript a un collegamento.

JavaScript consente ai siti di personalizzare i collegamenti in diversi modi, ma ciò potrebbe rendere il collegamento inutilizzabile per i crawler.

Ecco cosa consiglia Splitt.

Do: mantienilo semplice

Il modo più semplice per inserire un collegamento su un sito è utilizzare un tag ahref.

Va anche bene aggiornare i collegamenti standard con la funzionalità JavaScript, purché alcune condizioni siano ancora soddisfatte.

Esempi di collegamenti diretti

Non farlo: tralasciare l'attributo ahref

Quando aggiungi la funzionalità JavaScript a un link, potresti considerare di escludere l'attributo ahref

"Non è una buona idea"Dice Splitt.

Il motivo è perché il collegamento funzionerà solo quando JavaScript funziona correttamente.

Senza un attributo ahref, i crawler non saranno in grado di determinare dove va un collegamento perché il crawler non esegue JavaScript.

No: usa gli URL Psuedo

Inoltre, non aiuta aggiungere un attributo ahref senza un URL utile o con uno "pseudo URL" come nell'esempio seguente:

Il risultato è lo stesso di un collegamento senza un attributo ahref, il che significa che non è una buona idea.

No: utilizzare i pulsanti

L'uso di un pulsante può sembrare un'opzione praticabile per aggiungere un collegamento a una pagina, ma non è nemmeno una buona idea.

La regola pratica è: se un collegamento fa sì che qualcosa accada nella pagina corrente, probabilmente dovrebbe essere un pulsante.

D'altra parte, se un collegamento porta un utente a un altro contenuto che prima non era presente nella pagina, dovrebbe essere un collegamento standard.

No: affidati ai gestori di clic

Inoltre, i proprietari dei siti non dovrebbero simulare i collegamenti utilizzando altri elementi HTML e utilizzando un gestore di clic in JavaScript, ad esempio.

Questo interrompe le funzionalità di accessibilità integrate e non è una buona idea.

Fare: utilizzare HTML semantico

La conclusione di tutto questo è: utilizzare il markup HTML semantico e puntare il collegamento a un URL corretto.

Qual è un URL corretto?Questo è spiegato nella prossima sezione.

Usando "corretto"URL

Questi URL sono esempi tipici di ciò che è considerato un "URL corretto":

Questi sono URL corretti perché contengono i seguenti attributi:

  • Un protocollo
  • Un ospite
  • Un percorso verso un contenuto specifico
  • Un identificatore di frammento (facoltativo)

Correlati: SEO e JavaScript: il buono, il cattivo e l'incertezza

Attenzione agli identificatori di frammenti

Dato che gli identificatori di frammento sono facoltativi e puntano a posizioni all'interno dello stesso contenuto, i crawler li ignorano.

Questo è particolarmente importante da notare se crei un'applicazione a pagina singola con collegamenti pieni di identificatori di frammenti.

I crawler non seguiranno i collegamenti, quindi non saranno in grado di comprendere l'app Web.

In sintesi

Ecco i punti chiave della prima puntata di Google Lightning Talks:

  • Usa il markup del link corretto.
  • Non utilizzare frammenti per caricare contenuti diversi in app a pagina singola.
  • Crea siti Web che funzionano bene con JavaScript e i collegamenti verranno trovati.