Sitemap

Il My Ad Center di Google consente agli utenti di controllare la propria esperienza pubblicitaria, seguire i brand

Navigazione veloce

Una nuova ed elegante esperienza My Ad Center è stata annunciata oggi in occasione dell'evento annuale di I/O di Google.Fornisce agli utenti una manciata di opzioni per controllare i messaggi che vengono serviti nelle proprietà di Google selezionate.

Gli utenti di Google potranno dettare:

  • Quali marchi e argomenti gli piacciono.
  • La quantità di personalizzazione con cui si sentono a proprio agio per la personalizzazione degli annunci.

È possibile accedere a queste opzioni di personalizzazione dalla nuova esperienza My Ad Center o direttamente dall'annuncio stesso.

La privacy è stata la questione centrale negli ultimi anni.Sebbene Google si sia concentrato sull'offerta di una varietà di soluzioni, molte volte è stato un po' difficile trovarle per l'utente inesperto.

Se adottata dai consumatori, la soluzione My Ad Center dovrebbe aiutare ad alimentare l'intelligence di Google per la pubblicazione degli annunci, migliorando al contempo l'esperienza dell'utente sulle proprietà di Google, inclusi YouTube, Scopri e Cerca.Con la scomparsa dei dati di terze parti, la possibilità di seguire i marchi fornirà feedback critici direttamente a Google.

Ecco tutto ciò che sappiamo su My Ads Center da Google I/O:

Segui marchi e argomenti.Tutti gli utenti di Google avranno ora la possibilità di scegliere i marchi e gli argomenti più pertinenti che desiderano vedere.Questo è molto diverso dal targeting per argomenti all'interno della sandbox per la privacy ora in fase di test, poiché gli input sono dettati direttamente dall'utente.

Un esempio fornito da Google è stato che un utente interessato a un'auto ibrida può scegliere questo come argomento a cui sarebbe interessato e ricevere annunci relativi a quel particolare argomento.Questo può funzionare anche con marchi specifici che piacciono agli utenti

La differenza fondamentale è che l'utente dovrebbe fornire direttamente a Google gli input per guidare annunci mirati.

Personalizzazione e controlli dell'origine dati.La posizione di My Ad Center sarà la fonte di riferimento per gli utenti che desiderano limitare qualsiasi/tutta personalizzazione, inclusi età, stato della relazione, istruzione e dati demografici.Gli utenti possono anche limitare o disattivare argomenti pubblicitari sensibili (ad es. giochi d'azzardo, alcol, appuntamenti, perdita di peso e gravidanza e genitorialità) all'interno di My Ad Center.

L'ultimo elemento personalizzabile trovato in My Ad Center è il controllo sulle origini dati utilizzate.Gli utenti di Google potranno scegliere quali origini dati possono essere utilizzate per personalizzare gli annunci e quali fonti devono essere utilizzate in alcune proprietà di Google (ad es. ricerca personalizzata, consigli di YouTube). Questi input si presentano sotto forma di voler più o meno annunci da un argomento o un marchio.

Controlli estesi all'interno degli annunci.Anche se My Ad Center è carino, siamo onesti, a volte le persone vogliono semplicemente apportare modifiche immediatamente quando viene loro offerto un annuncio.Quelle persone sono fortunate con i controlli estesi all'interno degli annunci.

Gli utenti di Google avranno la possibilità di apportare modifiche o ottenere chiarezza di targeting direttamente all'interno dell'annuncio stesso.I nuovi controlli ampliati consentiranno agli utenti di mettere Mi piace, bloccare o segnalare un annuncio, mentre potranno anche ottimizzare il targeting se desideri vedere più o meno del marchio o dell'argomento mostrato.

Tuttavia, il cambiamento più grande per gli inserzionisti potrebbe essere le funzioni di trasparenza incluse direttamente nei controlli degli annunci.La sezione "Informazioni su questo annuncio" viene sostituita con le nuove funzionalità di trasparenza che dovrebbero chiarire il motivo per cui gli utenti visualizzano l'annuncio.

I controlli estesi includeranno funzionalità di trasparenza che mostrano chi ha pagato per l'annuncio (utilizzando la verifica dell'identità dell'inserzionista) e le categorie di account utilizzate per mostrare l'annuncio specifico.

In passato gli utenti potevano vedere le informazioni "Perché questo annuncio" che mostravano criteri di corrispondenza.Ma la possibilità di vedere chi ha pagato per l'annuncio è nuova e importante.

Non per la Rete Display di Google, Gmail o i partner di ricerca (ancora). Quando My Ad Center verrà lanciato, gli unici prodotti supportati saranno Ricerca Google, YouTube e Google Discover.Al momento del lancio, ci sarà una seconda pagina delle impostazioni degli annunci separata dal Centro annunci personali per i siti che collaborano con annunci fuori Google (ad esempio la Rete Display di Google).

Gli argomenti o gli aggiornamenti del brand inseriti nel Centro inserzionisti non verranno inizialmente trasferiti a questa nuova seconda pagina delle impostazioni degli annunci.Detto questo, se la personalizzazione degli annunci viene disattivata completamente all'interno del Centro inserzioni, verrà disattivata tutta la personalizzazione in tutte le proprietà di proprietà di Google e non di Google.

Perché ci interessa: My Ad Center sembra essere il miglior sforzo di Google sul controllo della privacy.Gli utenti non solo saranno in grado di vedere perché gli articoli vengono pubblicati dal centro, ma anche dall'interno degli annunci stessi.Ancora più importante, gli utenti avranno chiarezza su chi sta pagando per l'annuncio offerto.Se sei un inserzionista che sta attualmente cercando di nascondere le tue informazioni e di sfuggire al radar, guarda altrove poiché i tuoi giorni sono contati nelle proprietà di Google.

L'aggiunta di marchi e argomenti da seguire è una caratteristica unica che potrebbe essere un vantaggio futuro per gli inserzionisti.Invece di sfruttare esclusivamente elementi della sandbox per la privacy come Argomenti, lungo la strada ciò potrebbe fornire a Google segnali di targeting immessi dagli utenti proprietari.Tuttavia, il successo di questa opzione sarà legato all'adozione.Se gli utenti di Google non si prendono il tempo di fornire feedback in My Ads Center, il valore per gli utenti (e gli inserzionisti) non esisterà.